Politica Termitana: l’Analisi.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La data certa dell’elezioni non è ancora stata fissata, la Regione Sicilia se la prende comoda, se si va al voto il 4 ottobre 2020, le liste dei candidati dovranno essere presentate i primi di settembre nemmeno un mese di tempo per formare le Liste e raccogliere le firme dei sottoscrittori, penso che il Presidente regionale Musumeci stia favorendo qualche candidato Sindaco a lui vicino, in barba a democrazia e libertà di presentare le liste elettorali ad elezioni.

Su Termini Imerese, a mio parere, Battaglia guida la Lista di Fratelli d’Italia; Burrafato guida la lista Forza Italia, infine c’è il PD e 5stelle, che in queste elezioni appaiono marginali.

La favorita alla carica di Sindaco è la Candidata Paola Vallelunga, perché è l’unica a contrapporsi ai Candidati Sindaco o loro sostenitori che secondo il mio parere, hanno distrutto o concorso nella distruzione di Termini Imerese oppure che potevano fare, ma non hanno fatto.

Ma i Termitani lo sanno già… l’ultimo Sindaco dimissionario da Avvocato non poteva non sapere che il suo mandato sarebbe durato poco, ci chiediamo perché ha voluto dare a Termini Imerese quest’altra batosta, poteva evitare di candidarsi, ora, in anticipo rispetto ai 5 anni previsti dalla legge, Termini deve sostenere i costi di una tornata elettorale anticipata. Non che il suo predecessore abbia fatto qualcosa di diverso, infatti il comune continua a vedere Commissariamenti oltre ad essere sui giornali per voto di scambio. Si continua a vedere la città piena di rifiuti, di topi, di situazioni che qualunque Sindaco o Consigliere comunale di maggioranza o di opposizione, che ama la propria città, avrebbe potuto risolvere già da tempo, ma nulla c’è stato se non promesse e Papaveri in giacca e cravatta vaganti per la città in tempo di elezioni in cerca di voti, gli stessi di sempre. In sintesi nessuno ne Papavero ne Amministratore ha apportato migliorie per la città, ma al contrario, a mio avviso, tutti irresponsabilmente hanno concorso per condurre la città nello stato di degrado e di abbandono nel quale versa ormai da troppo tempo.

Termini ha una sola vera speranza e questa speranza si chiama Paola Vallelunga, candidato competente e l’unica che rappresenti la discontinuità rispetto al passato.

Mulino Francesco Maurizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enter the text from the image below